Resto al Sud:

contributi per i professionisti e per gli under 46

 

La legge di Bilancio 2019 estende le agevolazioni della misura Resto al Sud! per l’avvio di imprese nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
La misura, finora riservata agli under 36 è estesa anche ai liberi professionisti under 46.

Dunque, oltre alle le start-up dei settori artigianato, industria, pesca ed acquacoltura, servizi, compresi i servizi turistici, sono finanziate anche le nuove iniziative libero professionali.
Rimangono invece escluse le iniziative imprenditoriali del commercio, ad eccezione della vendita di beni e prodotti nell’attività d’impresa.

I liberi professionisti che intendono accedere all’incentivo non devono risultare titolari di partita I.V.A. per un’attività analoga a quella proposta per il finanziamento nei dodici mesi precedenti la richiesta. Dovranno, inoltre, mantenere la sede operativa nelle regioni del Mezzogiorno interessate.

A poter beneficiare delle agevolazioni potranno essere, ad esempio, i professionisti, ex dipendenti di uno studio, che vorranno aprirne uno proprio o chiunque voglia uscire da una situazione di precariato o lavoro irregolare. Più in generale si offre una possibilità a chi vuole investire sulle proprie competenze ma ha difficoltà a reinserirsi nel mercato del lavoro.

Si ricorda che il finanziamento Resto al Sud copre il 100% delle spese ammissibili e consiste in:

  • contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento complessivo
  • finanziamento bancario pari al 65% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Gli interessi del finanziamento sono interamente coperti da un contributo in conto interessi.

L'importo massimo del finanziamento erogabile è di 50mila euro per ciascun socio, fino ad un ammontare massimo complessivo di 200mila euro.

Le domande, corredate da tutta la documentazione relativa al progetto imprenditoriale, vanno inviate a Invitalia, attraverso la piattaforma dedicata, accessibile dal sito invitalia.it.